E-BIKE CON MOTORE BOSCH O YAMAHA ?

E-BIKE CON MOTORE BOSCH O YAMAHA ?

Sono due grandi leader nel campo dei motori elettrici per e-bike ma cerchiamo di capire quali differenze hanno.

DIVERSE VERSIONI:

inanzi tutto c'è da dire che Yamaha dispone di 3 versioni di motore mentre il motore Bosch è disponibile in 4 versioni:

  • YAMAHA PW SYSTEM 250 Watt , 36 Volt con assistenza fino a 25 kw/h
  • YAMAHA PW-X  SYSTEM 250 Watt , 36 Volt con assistenza fino a 25 kw/h (novità 2017)
  • YAMAHA 500 Watt , 36 Volt con assistenza fino a 45 kw/h
  • BOSCH ACTIVE 250 Watt , 36 Volt con assistenza fino a 25 kw/h
  • BOSCH PERFORMANCE 250 Watt , 36 Volt con assistenza fino a 25 kw/h
  • BOSCH PERFORMANCE CX 250 Watt 36 Volt ,con assistenza fino a 25 kw/h
  • BOSCH PERFORMANCE 350 Watt 36 Volt ,con assistenza fino a 45 kw/h
Non cito la serie BOSCH CLASSIC, in quanto è ormai stata superata dalle versioni sopra elencate.

Per chi volesse esaminare in dettaglio le specifiche tecniche dei vari sistemi Bosch , può cliccare qui e collegarsi direttamente al sito internet della Bosch in cui vengono descritte le varie caratteristiche tecniche delle versioni dei motori.

Personalmente ritengo che i motori Bosch dispongono di una gamma ampia e pertanto consentono una volta individuato il preciso utilizzo che la persona intende fare della bicicletta di poter ritrovarsi maggiormente nelle prestazioni del motore. Infatti, per esempio, un mountain biker che utilizzerà la bicicletta prevalentemente in fuoristrada trovo molto indicato il Bosch Performance CX che avendo una coppia di ben 75 Nm permette di superare meglio le forti pendenze e i dislivelli tipici della guida in fuoristrada; mentre chi acquista un modello dedicato all'utilizzo stradale/trekking e privilegia l'autonomia trovo molto azzeccata la accopiata Bosch Active + batteria da 500Wh (meno potenza più autonomia).

Per quanto riguarda i motori Yamaha, si distinguono per una vocazione molto sportiva, infatti dispongono di una coppia molto elevata (70 NM), di una dimensione del motore molto compatta, di una doppia corona (non sulle versioni base), di una reattività di intervento immediata, denominata "Zero Cadence Support", e di un peso ridotto. Questi elementi, tutti indubbiamente positivi, fa del motore Yamaha un valido concorrente al motore Bosch.

E' altrettanto doveroso segnalare che per quanto rigurda i display disponibili, chi sceglie Bosch, nelle versioni top di gamma o post acquisto in aftermarket, può disporre di un sofisticato strumento denominato "Nyon", che racchiude non solo le funzioni classiche di un ciclocomputer ma anche la navigazione GPS, le funzioni Fitness e connettività (con smartphone e PC); sicuramente una cosa in più a chi apprezza questo genere di tecnologia; clicca qui per maggiori info sul sitema Nyon.

Pertanto mi sentirei di consigliare sicuramente Bosch nelle versioni Active e Performance per le biciclette destinate ad un utilizzo City, trekking e quindi per la città o per il clicloturismo, mentre per un utilizzo sportivo sia il Bosch Performance CX  che il motore Yamaha offrono in questo momento eccellenti prestazioni.

APPROFONDIMENTI GAMMA X-DURO (motori Bosch) E GAMMA S-DURO (motori Yamaha)

Clicca qui per accedere al microsito dedicato alla gamma XDURO
Clicca qui
per accedere al microsito dedicato alla gamma SDURO